..
Industria
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
..


Pedana di lancio per satelliti galattici e sfruttamento energetico del loro moto


..
..

L'immagine mostra una parte del verbale di deposito della domanda di brevetto per una pedana di lancio per satelliti galattici (domanda depositata al 7-11-2014). La pedana di lancio per satelliti galattici può essere usata per scopi civili o scopi bellici. Dalla pedana di lancio escono particelle atomiche indistruttibili ed esse possono essere usate come proiettili o come parti contundenti che scaldano un bersaglio. Una pedana di lancio per satelliti galattici può essere usata come cannone atomico o come mezzo di surriscaldamento per centrali elettriche che producono quantità continentali di energia elettrica pulita e inesauribile.

L'unico problema di quest'invenzione è quello di calcolare quanta potenza bisogna fornire ad una particella atomica affinché essa possa essere trasformata in un satellite galattico. I calcoli di potenza necessari a progettare la pedana di lancio per satelliti galattici, non sono brevettabili perché dipendono da unità di misura illegali; ovvero, unità di misura controllabili e campionabili sperimentalmente. Il materiale "illegale" necessario a progettare la pedana di lancio per satelliti galattici è un segreto industriale disponibile per chi vuole investire sull'energia del futuro.

..

La pedana di lancio per satelliti galattici è un progetto epocale perché le epoche cambiano per cambiamo le risorse energetiche (fuoco, carbone, petrolio, energia idroelettrica, energia atomica radioattiva). La pedana di lancio per satelliti galattici è l'inizio di una nuova epoca perché la risorsa energetica è la gravità galattica; ovvero, ciò che conserva la forma sferica di tutte le stelle di questa Galassia. La pedana di lancio per satelliti galattici crea energia meccanica sfruttando il meccanismo gravitazionale che impone agli astri sferici di seguire un'orbita ellittica.


Il meccanismo che governa il moto degli astri dovrebbe essere presentato scientificamente e matematicamente ma questo segreto industriale poteva essere regalato nell'area riservata di questo sito solo tra l'inizio dell'allarme per bomba atomica in costruzione al CERN (4-2/2013) e la denuncia del 8 aprile 2013. Nessun ha voluto i calcoli di sicurezza che il CERN avrebbe dovuto conoscere per svolgere esperimenti sicuri e siccome gli esperimenti del 9 aprile 2015 non hanno causato esplosioni, i calcoli necessari ad evitare l'esplosione sono diventati calcoli necessari a causare esplosioni controllate.


Fondamentalmente il meccanismo esplosivo è una spinta che la gravità galattica deve fornire a corpi pesanti che ottengono la possibilità di divenire satelliti galattici. La pedana di lancio per satelliti galattici fornisce alle particelle atomiche la spinta necessaria ad orbitare autonomamente nella nostra Galassia e la gravità galattica deve spingere nuovi satelliti all'interno dell'unica orbita percorribile; ovvero, un'orbita situata nelle regioni centrali della Galassia.

..
..

Il filmato mostra miliardi di stelle che orbitano attorno al centro della nostra Galassia. Il Sole è una minuscola stella di questa Galassia. Il filmato ingigantisce il moto orbitale del Sole e della Terra. La pedana di lancio per satelliti galattici spinge le particelle atomiche fin verso la velocità della luce. Appena le particelle atomiche raggiungono l'assenza di peso rispetto alla gravità galattica, si spostano verso l'unica orbita percorribile. L'unica orbita percorribile è quella in cui un astro sferico annulla la differenza di gravità incontrata nell'orbita ruotando attorno al proprio asse, cioè, conservando energia rotazionale costante come spiegato nella Rubrica "Ricerca".

..

La spinta che sposta gli astri verso l'unica orbita percorribile è stata minimamente sperimentata dalla NASA col famoso satellite al guinzaglio che nel 1996 strappò il cavo a 18 chilometri di distanza dalla navicella spaziale. Pochi minuti dopo la rottura del cavo, il satellite al guinzaglio era a 70 chilometri di distanza dalla navicella spaziale perché esiste un meccanismo che sposta gli astri verso l'unica orbita percorribile.

Le coordinate matematiche dell'unica orbita percorribile dipendono dalla differenza di gravità che interagisce col volume di qualsiasi corpo che si muove nello spazio. La gravità diminuisce allontanandosi da una sorgente gravitazionale perciò ogni corpo sferico deve interagire con gravità diversa in ogni punto del suo diametro. La rotazione dei pianeti annulla la differenza di peso che il pianeta dovrebbe ottenere attraversando uno spazio carico di gravità diversa in ogni punto. Dalla differenza di peso nasce la rotazione propria degli astri ed in generale, il fenomeno conosciuto col nome di "Conservazione del momento angolare". L'unica orbita percorribile è sempre vincolata ai punti nei quali un astro riesce ad annullare la sua differenza di peso conservando un momento angolare costante. La gravità comprime e gli astri sferici distribuiscono uniformemente la pressione della gravità ruotando attorno al proprio asse lungo l'unica orbita percorribile.  

 

La gravità galattica è la compressione che conserva la sfericità di tutte le stelle della Galassia. La gravità solare è la compressione che conserva la sfericità dei pianeti del sistema solare. La gravità terrestre è la compressione che conserva la sfericità della Luna. Indipendentemente dalla propria condizione di moto, tutte le particelle atomiche della Galassia sono compresse dalla gravità galattica e per questo motivo assumono una forma sferica ed una densità di peso di miliardi di tonnellate per metro cubo. Le particelle nucleari girano all'interno del nucleo atomico per equilibrare la differenza di peso generata dalla differenza di gravità galattica presente sul nucleo atomico.

In base ai controllatissimi principi presentati nella rubrica Ricerca, si può concludere che l'unica orbita percorribile dai pianeti è quella che permette di annullare la differenza di peso che la materia orbitante deve annullare ruotando attorno al proprio asse. I nucleoni (protoni e neutroni) sono sfere super compresse che conservano un'enorme densità di peso e per questo motivo girano ad altissima velocità all'interno del nucleo atomico. Entrando nello spazio galattico in condizione di moto satellitare, un protone deve arrivare fin verso il centro della Galassia per annullare la differenza di peso ruotando attorno al proprio asse (all'interno di un'orbita strettissima).

La pedana di lancio per satelliti galattici sfrutta il principio fondamentale del moto orbitale con satelliti ideali; ovvero, particelle atomiche che hanno già ottenuto la massima compressione per effetto della gravità galattica. Appena un protone ottiene l'energia di lancio necessaria a divenire satellite galattico interviene la gravità galattica che non potendo comprimere la materia, la sposta nell'unica orbita percorribile schiacciandola con la potenza che comprime tutte le particelle atomiche della Galassia. C'è un'energia potenziale pazzesca dietro alla gravità galattica ma bisogna usarla con attenzione e con accordi internazionali perché si entra in possesso della massima potenza accessibile all'uomo.


La pedana di lancio per satelliti galattici è pericolosa innanzitutto perché la pericolosità degli esperimenti del CERN non è stata smentita né dopo l'incontestabile allarme per bomba atomica lanciato in tutto il mondo a partire dal 4 febbraio 2013, né dopo la denuncia del 8 aprile 2013.

L'allarme per bomba atomica in costruzione al CERN di Ginevra non è mai stato contestato, smentito o bloccato dagli addetti ai lavori o dagli organi di sorveglianza (Risposta della Procura federale svizzera) perché esiste un pericolo intuitivamente reale, non esiste né intimidazione pubblica, né diffamazione per il CERN.

..
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
.. .. ..
..

Energia fondamentale di Coluccia Michele

..
.. .. ..