..
Industria
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
..


Pedana di lancio per satelliti galattici e sfruttamento energetico del loro moto


..
..

L'immagine mostra una parte del verbale di deposito della domanda di brevetto per una pedana di lancio per satelliti galattici (domanda depositata al 7-11-2014). La pedana di lancio per satelliti galattici può essere usata per scopi civili o scopi bellici. Dalla pedana di lancio escono particelle atomiche indistruttibili ed esse possono essere usate come proiettili o come parti contundenti che scaldano un bersaglio. Una pedana di lancio per satelliti galattici può essere usata come cannone atomico o come mezzo di surriscaldamento per centrali elettriche che producono quantità continentali di energia elettrica pulita e inesauribile.


L'unico problema di quest'invenzione è quello di calcolare quanta potenza bisogna fornire ad una particella atomica affinché essa possa essere trasformata in un satellite galattico. I calcoli di potenza necessari a progettare la pedana di lancio per satelliti galattici, non sono brevettabili perché richiedono nuove unità di misura campionate sperimentalmente perciò, tutto il materiale scientifico e matematico è un segreto industriale.

..

La pedana di lancio per satelliti galattici è un progetto epocale perché le epoche cambiano per cambiamo le risorse energetiche (fuoco, carbone, petrolio, energia idroelettrica, energia atomica radioattiva). La pedana di lancio per satelliti galattici è l'inizio di una nuova epoca perché la risorsa energetica è la gravità galattica; ovvero, ciò che governa il moto di tutte le stelle di questa Galassia. Nell'epoca tecnologica non vi è nulla di più vitale che attingere energia all'esterno del sistema solare perché tutte le altre risorse energetiche disponibili sulla Terra servono a conservare gli equilibri fisici ed ecologici del nostro pianeta. La pedana di lancio per satelliti galattici crea energia meccanica sfruttando il meccanismo gravitazionale che governa il moto dei satelliti galattici; ovvero, tutte le stelle di una Galassia.


Il moto satellitare galattico inizia appena le particelle atomiche si staccano dalla pedana di lancio per satelliti galattici. Il moto degli astri è ellittico perciò in ogni istante del moto, l'astro satellite subisce la spinta fornita da un meccanismo gravitazionale che lo avvicina o lo allontana dal centro di gravità attorno cui sta orbitando. La pedana di lancio per satelliti galattici fornisce alle particelle atomiche la spinta necessaria ad orbitare autonomamente nella nostra Galassia, ma l'energia si ricava dal meccanismo che ovalizza l'orbita delle stelle. Il nostro Sole orbita a 25'000 anni luce di distanza dal centro di questa Galassia e lungo il raggio orbitale si verificano gli spostamenti del moto ellittico. I satelliti galattici lanciati da Terra sono sicuramente più piccoli e leggeri del Sole perciò si spostano per molti miliardi di chilometri prima di posizionarsi nell'unica orbita ellittica percorribile.

..
..

Il filmato mostra miliardi di stelle che orbitano attorno al centro della nostra Galassia. Il Sole è una minuscola stella di questa Galassia. Il filmato ingigantisce il moto orbitale del Sole e della Terra. La pedana di lancio per satelliti galattici spinge le particelle atomiche fin verso la velocità della luce. Appena le particelle atomiche raggiungono l'assenza di peso rispetto alla gravità galattica, si spostano verso l'unica orbita in cui possono compensare la gravità galattica utilizzando la spinta centrifuga del moto orbitale. La spinta che scaglia le particelle atomiche verso il centro della Galassia è la spinta che ovalizza l'orbita dei pianeti. Noi non avvertiamo la spinta che in un anno ovalizza di 5 milioni di chilometri l'orbita della Terra e la stessa spinta applicata ad una particella atomica produce energia meccanica a volontà.

..

La spinta che ovalizza l'orbita della Terra è nulla in confronto alla spinta che ovalizza l'orbita del Sole e del sistema solare, ma bisogna imparare a conoscere la gravità e le leggi del moto ellittico.

La pedana di lancio per satelliti galattici è molto pericolosa perché il pianeta potrebbe esplodere se le particelle atomiche fuggissero in direzione del nucleo terrestre. La pericolosità della pedana di lancio per satelliti galattici non è stata smentita dal CERN di Ginevra durante l'allarme per bomba atomica e la relativa denuncia.

 

Le particelle atomiche non possono essere spinte con una potenza tendenzialmente infinita perché presto o tardi dovranno uscire da questa Galassia. Prima di essere espulse da questa Galassia, le particelle atomiche interagiscono con le leggi del moto satellitare galattico e i conti si fanno col meccanismo che ovalizza l'orbita degli astri. L'allarme per bomba atomica in costruzione al CERN di Ginevra non è mai stato contrastato, smentito o bloccato dagli addetti ai lavori o dagli organi di sorveglianza (Risposta della Procura federale svizzera) perché nella nostra epoca neanche il più stupido degli sprovveduti oserebbe mettere in dubbio che lanciando una pietra possiamo creare un satellite terrestre, un satellite solare o un satellite galattico. Il satellite galattico regola il suo moto muovendosi lungo un'orbita molto staccata dall'orbita terrestre e dall'orbita solare perciò è inevitabile che prima d'inserire particelle atomiche nel moto satellitare galattico servono molti studi e molte precauzioni.


Calcolare il limite di potenza necessario ad evitare o generare il moto satellitare galattico è ciò che spiega le leggi gravitazionali, le potenzialità della pedana di lancio per satelliti galattici e la pericolosità del meccanismo esplosivo incontrato dal CERN. 

..
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
.. .. ..
..

Energia fondamentale di Coluccia Michele

..
.. .. ..