..
Ricerca
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
..


In passato questo sito spiegava i metodi di costruzione e di controllo della costante gravitazionale "KU" utilizzabile sia a livello cosmologico, sia a livello atomico ma qualche mese prima di lanciare l'incontestabile allarme per bomba atomica in costruzione al CERN di Ginevra bisognava censurare principi fisici e matematici pericolosissimi e preziosissimi. I principi fisici e matematici necessari a giustificare l'unica orbita percorribile da corpi sferici in assenza di peso (astri e particelle atomiche) spiegano perfettamente il pericolo incontrato dal CERN ma questo pericolo potrebbe essere trasformato in un'immensa risorsa di sopravvivenza se ai Fisici passasse la voglia d'inventare numerologia insensata e di sperimentare l'inverosimile anziché studiare la realtà con numeri ricavati da vere unità di misura.

Il CERN ha voluto correre un rischio pazzesco perché la gravità galattica è sconosciuta quanto la gravità terrestre. La gravità galattica è l'immensa pressione che conserva la sfericità di tutte le stelle di questa Galassia compreso il buco nero situato al centro della Galassia. La gravità galattica non è l'insignificante accelerazione di gravità che otterrebbe un frammento di Sole se cadesse liberamente verso il centro galattico.

..
Mano500
..

La Figura di base mostra il nostro Sole che orbita attorno al centro della Galassia assieme a miliardi di altre stelle. Il Sole è schiacciato nella sua fascia d'interazione da un immenso potenziale gravitazionale ma rispetto al raggio galattico, la forza di gravità galattica è come se non esistesse.

  L'animazione mostra il Sole frantumato e cosparso su una sfera di raggio pari all'orbita solare. Il raggio orbitale del Sole è di circa 25'000 anni luce perciò solo il calcolo permette di visualizzare lo spessore dell'ipotetico Sole frantumato e cosparso sulla superficie di una sfera di raggio pari al raggio orbitale del Sole. Un frammento dell'ipotetico Sole frantumato cade verso il centro della Galassia con la minuscola ed impercettibile accelerazione di gravità indicata con "gG" ma il potenziale gravitazionale della fascia d'interazione solare dipende dalla mostruosa pressione esercitata dal peso di tutta la materia interna all'orbita seguita dal Sole.

..
..

La costante di gravità galattica è una quantità quasi incommensurabile perché conserva la forma sferica di miliardi di stelle che orbitano attorno al centro della Galassia. Le particelle atomiche sono compresse dalla gravità galattica ed è per questo motivo che conservano una densità di peso di miliardi tonnellate per metro cubo. L'atomo è un universo in miniatura regolato dalla gravità galattica. Nessuno può avvertire la presenza di una pressione gigantesca che agisce in modo uniforme e costante su tutti gli atomi della Galassia ma il nucleo atomico compensa la differenza di peso col moto rotatorio dei nucleoni (protoni e neutroni). Lo "spin atomico" non si conserva senza la differenza di peso annullata dalla rotazione delle particelle nucleari. Fintanto che gli astri sferici percorrono l'unica orbita percorribile, i nuclei atomici girano e fanno esistere energia in eccesso consumata da atomi che si uniscono formando le sostanze tipiche di ogni pianeta (compresi gli esseri viventi). La Terra segue l'unica orbita percorribile e fintanto che il pianeta conserva le attuali caratteristiche dinamiche,  la materia terrestre conserva tutti gli equilibri fisici ed energetici creati dalla gravità galattica, dalla gravità solare e dalla gravità terrestre.


Il CERN doveva dare una spiegazione alla massa puntiforme e alle interazioni gravitazionali tramite il bosone di Higgs perché il risultato del calcolo "F/g" non dice niente a chi si occupa di atomi. Il delirio di chi studia la Natura inventando unità di misura, numeri e teorie scientifiche allucinanti ha spinto a schiantare frontalmente le particelle atomiche per creare temperature simili a quelle del "big bang" e qui è stato commesso l'errore perché serve un'esatta potenza di collisione per creare una temperatura inferiore a quella del "big bang", altrimenti si entra in un territorio nel quale ogni minimo errore teorico crea il rischio di "big bang", o perlomeno il rischio di dover interagire con fenomenologie controllate dalla gravità galattica.

Il CERN poteva farsi sfuggire le particelle atomiche lanciate nell'acceleratore perché è inevitabile che un corpo pesante possa diventare satellite galattico quando ottiene l'energia meccanica necessaria ad orbitare attorno al centro della Galassia. Le particelle atomiche lanciate dal CERN sarebbero divenute satelliti galattici appena ottenuta l'assenza di peso rispetto alla gravità galattica ma nello stesso istante le particelle atomiche avrebbero dovuto compensare la differenza di peso "schizzando" con potenza inimmaginabile verso l'unica orbita percorribile, ovvero, un'orbita situata in prossimità del centro galattico. La gravità galattica è una spaventosa "morsa sferica" che non si chiude fino a quando i protoni non raggiungono l'unico punto dello spazio in cui il moto orbitale e la rotazione propria non riescono ad eliminare la differenza di peso rilevabile sulla misura del diametro. I nucleoni (sferette contenute nel nucleo atomico) sono materia già compressa dalla gravità galattica perciò appena nasce la condizione di moto satellitare galattico possono solo cercarsi l'unica orbita percorribile situata nelle regioni centrali della Galassia perché servono immense quantità di pressione gravitazionale per azzerare la differenza di peso presente sul diametro di sfere che conservano una densità di peso di miliardi di tonnellate per metro cubo. Coloro che si abrogano il diritto di studiare la Natura inventando unità di misura, numeri e teorie scientifiche devono essere cacciati a pedate dal mondo delle Scienze Naturali, prima che distruggano la Terra o che facciano morire il genere umano con risorse energetiche inquinanti.


La differenza di gravità può spiegare tutto nell'universo ma non bisogna dimenticare che la differenza di peso della materia è una risorsa energetica gratuita, inesauribile e pulita. L'energia che alimenta il moto di un corpo è sempre proporzionale al peso medio del corpo che si muove ma tutte le parti più pesanti del peso medio producono un'energia in eccesso che deve essere consumata, non fornita (come fanno pianeti e nuclei atomici che girano attorno ad un asse centrale e come fa il disco del filmato).

..
..

La macchina adatta a produrre energia elettrica dalla differenza di peso deve creare un sistema satellitare e ricavare energia dalla differenza di peso di corpi pesanti che ruotano attorno ad un asse centrale. La produzione d'energia elettrica formata dalla differenza di peso della materia è un'incognita dalla quale possono nascere sorprese importanti. La macchina adatta a misurare l'energia fornita dalla differenza di peso è stata oggetto di una domanda di brevetto depositata a Varese al 25 settembre 2008.

..
..

Il titolo della domanda di brevetto non menziona la differenza di peso per motivi di segretezza ma l'energia fornita dallo spunto ciclico di masse in rotazione è alimentata continuamente dalla differenza di peso. Ad alta velocità di rotazione, l'energia fornita dalla differenza di peso poteva essere ricavata direttamente dalla carcassa di alternatori elettrici fissati a bordo di una giostra rotante. Gli alternatori commerciali non sono fatti per girare ad alta velocità a bordo di una giostra e per questo motivi sono stati costruiti alternatori super rinforzati. 

..
Generatore Generatore
La foto mostra un alternatore satellitare che dovrà essere fissato a bordo di una piattaforma girevole. La larghezza massima di questo alternatore è di circa 25 centimetri. Tutto quel che si vede è la parte fissa dell'alternatore ed essa è chiamata "Statore". All'interno dello statore gira il perno "Rotore" azionato da una trasmissione che ricava movimento da una catena che scorre attorno ad un pignone fissato sul perno centrale della giostra. Durante la rotazione della giostra, la catena subisce la forza contraria generata dal rotore che produce energia elettrica entrando in contrasto con lo statore che resta ferma per effetto centrifugo.
Generatore
..

Il grosso problema dell'energia elettrica creata a bordo di un sistema satellitare sta nel fatto che un alternatore perde fino al 90% del suo rendimento facendolo orbitare a 2'000 giri al minuto.


Nella prossima pagina, un filmato mostra le fasi di costruzione e di collaudo della macchina che misura l'energia fornita dalla differenza di gravità. Sulla giostra sono fissati quattro alternatori satellitari da "550 Watt". La potenza nominale dei 4 alternatori avrebbe dovuto produrre "2200 Watt" di potenza elettrica (550 W per ogni alternatore), ma malgrado le abbondanti potenzialità del meccanismo rotante, l'energia resa da 4 alternatori, non ha mai superato i "500 Watt". In ogni caso, quel che bisognava controllare è stato controllato perché l'energia elettrica creata a bordo della giostra, non dipendeva minimamente dall'energia elettrica fornita al sistema rotante.

..
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
.. .. ..
..

Energia fondamentale di Coluccia Michele

..
.. .. ..