..
Pericolo 2015 / 2016
..
..
..

       

I lavori di potenziamento dell'acceleratore del CERN hanno costruito un'arma a norma di Legge perché nessuno può sapere se le particelle accelerate resteranno nell'acceleratore o se fuggiranno dal sistema solare con la spinta della gravità galattica. Il CERN tenterà un esperimento di ricerca militare perché la ricerca scientifica svolta per scopi civili si effettua con rischio assolutamente nullo per la popolazione. Il rischio di catastrofe è del 50% e si può solo pregare perché il cervello è un organo inutile in un mondo in cui gli uomini non hanno ancora imparato a contare le dita della propria mano. Ora che il genere umano ha la possibilità di morire in massa è giusto che gli uomini imparino a contare le dita della propria mano perché le "porte del paradiso" non si aprono per gli egoisti che usano i numeri per organizzare la propria sopravvivenza anziché usarli per organizzare l'intelligenza secondo la natura umana. Gli egoisti che usano i numeri solo per organizzare la propria sopravvivenza sono animali perché gli esseri umani devono saper leggere, scrivere, contare e calcolare anche per insegnare qualcosa di utile alle future generazioni umane.


Noi non contiamo le 5 dita che vediamo perché non possiamo fare " 1 dito corto + 4 dita di lunghezza diversa = 5 dita". Guardando o immaginando una mano, noi contiamo 5 cose che portano lo stesso nome e siccome i nomi sono uguali possiamo operare aritmeticamente con nomi uguali, non con dita diverse. Per operare con le 5 dita che vediamo dobbiamo immaginare 5 dita uguali idealizzabili con 5 cubetti uguali ed il volume di ogni cubetto corrisponde alla quinta parte del volume complessivo delle 5 dita in carne e ossa.


Dopo aver imparato a contare le dita della vostra mano avete un cervello che può usare i numeri secondo la natura umana perciò potrete bussare alla "porta del paradiso" nel caso in cui il CERN si facesse sfuggire le particelle atomiche in direzione del nucleo terrestre.


Il CERN è libero di sperimentare l'apocalisse perché viviamo in un mondo di egoisti che usa i numeri secondo i principi della sopravvivenza animale. La numerologia insensata serve ad organizzare la sopravvivenza dei singoli individui ma non può costruire scienze numeriche coerenti (Aritmetica, Geometria, Scienza, Tecnica, Economia) necessarie alla sopravvivenza di tutte le generazioni umane. Le false unità di misura inventate dalla scuola di pensiero della Fisica sono il risultato dell'antica "cultura animale" che costruisce scienze incoerenti utili agli opportunisti di una generazione umana anziché costruire scienze coerenti utili a tutte le generazioni umane. Il CERN corre un rischio enorme tentando un esperimento mai tentato prima perché alcuni viventi sperano di ricavare qualcosa di utile oggi, non qualcosa che resterà utile per sempre.


L'apocalisse non può essere sperimentata senza scontrarsi con il Dio Creatore e non è certamente un caso che il CERN l'abbia sperimentata nel giorno di Pasqua. I visitatori di questo sito sanno che nel 2013 Papa Benedetto XVI annunciò le dimissioni al settimo giorno di un allarme potenzialmente apocalittico. Il Dio che si onora al settimo giorno non può restare indifferente quando si verificano affronti al Creato.

..
.. ..

Dopo gli imprevisti incontrati nell'ultima settimana di marzo, al 5 aprile il CERN ha comunicato all'agenzia ANSA di aver rimesso in funzione l'acceleratore (per informazioni azionare qui). La rimessa in funzione dell'acceleratore è stata accolta con grande clamore dai mass media, ma non c'erano indizi sul momento in cui l'acceleratore avrebbe lanciato le particelle atomiche col doppio della potenza raggiunta nel 2013. L'assenza di clamori del CERN è un'enorme novità  perché l'obbiettivo è quello di raddoppiare un record di potenza, non è quello di superare un record. Sicuramente ci sono preoccupazioni importanti dietro alla scelta di non annunciare in anticipo in quale data uno strumento tecnologico tenterà di stabilire un record mondiale strabiliante (raddoppiare un precedente record).

Il CERN ha mancato di rispetto sia nei confronti dei tantissimi appassionati del settore che avrebbero voluto seguire in diretta un evento storico sul pannello di controllo pubblico, sia nei confronti di coloro che avrebbero voluto tenersi per mano e pregare mentre correvano il rischio di essere disintegrati da una gigantesca esplosione.

..
..

L'acceleratore è progettato per trasmettere alle particelle un'energia di 7000 GeV. Tra il limite energetico ottenuto nel 2013 (3500 GeV) e il limite energetico ottenibile attualmente (7000 GeV), ogni livello energetico potrebbe causare una fuga di particelle e una catastrofe potenzialmente apocalittica. La fuga di particelle potrà verificarsi anche quando le particelle avranno ottenuto un energia di 6999,99 GeV. Le leggi cosmologiche sono precisissime ed appena le particelle atomiche otterranno l'energia del moto satellitare galattico (assenza di peso) si sposteranno di miliardi di chilometri dall'orbita galattica seguita dal sistema solare.


Nella notte tra il 9 e il 10 aprile 2015, il CERN ha colto di sorpresa milioni o miliardi di cavie umane ed ha consegnato alle particelle atomiche un'energia di 6500 GeV, pur avendo la possibilità di lanciarle con l'energia di 7000 GeV. La parte più grossa del rischio è stata superata, ma fino a quando l'acceleratore del CERN non avrà sprigionato tutta la sua potenza disponibile, gli esperimenti avranno sempre il 50% di possibilità di far esplodere la Terra. 

..
.. ..
Il grafico a lato è tratto dal pannello di controllo dell'acceleratore del CERN (raggiungibile a questo collegamento). 

La linea nera del grafico indica la potenza di lancio delle particelle atomiche spinte all'interno dell'acceleratore. Alle ore "0:45", le particelle avevano ottenuto un'energia di 4000 GeV, ovvero, 500 GeV in più dell'energia raggiunta nel 2013. Verso le ore "0:55", la potenza di lancio si è stabilizzata e le particelle circolavano nell'acceleratore con un'energia di 6500 GeV (6,5 TeV). La fuga di particelle non si è verificata, ma potrebbe ancora verificarsi tra 6500 e 7000 GeV.
Fino al 2016, non si terranno esperimenti con particelle lanciate a 7000 GeV perciò, non siamo ancora fuori pericolo.
..
..

Ammesso che l'acceleratore non sia utilizzato col massimo della potenza disponibile saremmo fuori pericolo ma è garantito che se il CERN effettuasse esperimenti con l'energia di 7'000 GeV rispetterà la popolazione per come ha fatto svolgendo esperimenti con l'energia di 6'500 GeV. Il CERN ha un'etica da rispettare e gli esperimenti pericolosi li effettua solo all'improvviso, di notte e nei giorni festivi perché tante persone dormono e la morte nel sonno è meno dolorosa. 

..
..
..
.. .. ..
..

Energia fondamentale di Coluccia Michele

..
.. .. ..