..
Ricerca
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
..

L'amperometro inquadrato durante gli esperimenti controlla l'energia elettrica in entrata. Durante l'accelerazione della giostra, il motore chiede molta energia elettrica alla rete e l'amperaggio aumenta.

La corrente d'alimentazione diventa stabile quando la giostra raggiunge una velocità di rotazione costante (circa 2000 giri/min). A velocità costante la giostra deve vincere la resistenza dell'aria e poco altro. Appena si chiede energia elettrica agli alternatori posizionati sulla giostra, non nascono resistenze al motore principale perché l'amperometro non indica alcuna richiesta di corrente alla rete elettrica. L'energia elettrica erogata dagli alternatori è indipendente dall'energia fornita alla giostra, quindi, i progettisti devono fare il massimo per aumentare l'energia libera catturata a bordo del sistema rotante.

..

L'energia elettrica erogata dagli alternatori è creata chiaramente a bordo della giostra perché ogni minima richiesta di potenza al motore principale (anche un solo Watt), si noterebbe facilmente sia con l'amperometro, sia col crescente rumore di decelerazione emesso da un giostra che rallenta.

La differenza di gravità ha prodotto potenza elettrica molto significativa. La potenza elettrica erogata dagli alternatori si misura consumando l'energia elettrica prodotta. Il sistema più semplice è quello di far girare un nastro smeriglio e cercare di frenarlo con un pezzo di legno. Trovato l'equilibrio tra energia potenza elettrica sviluppata dagli alternatori e resistenza meccanica applicata al nastro smeriglio, si effettuano le misure di voltaggio e amperaggio per il calcolo di potenza... ma la spinta fornita spinta differenza di gravità si avverte con mano! Fermare a mano libera un trapano da 500 Watt, non è una sciocchezza.

La massima potenza sviluppata in un mese di prove è stata di circa "450 Watt" con un consumo minimo di "1900 Watt", ma il rendimento doveva essere migliorato cambiando progetto. Gli alternatori devono seguire una circonferenza lunga 10-20 metri correndo su una rotaia che li solleva leggermente (come i treni ad alta velocità) e poi i bilanci energetici potrebbero diventare un affare gigantesco. Gli esperimenti tecnologicamente ambiziosi richiedono investimenti importanti, ma per un ricercatore che sa il fatto suo è sufficiente un secondo di erogazione d'energia elettrica per capire che la differenza di gravità è energia libera che ogni corpo in movimento può trasformare in energia propria.


Le enormi quantità di energia elettrica si ricavano dalla gravità, non dalla differenza di gravità. La gravità è ciò che ovalizza l'orbita dei pianeti agendo contro il centro di gravità. Dalla Terra si possono lanciare satelliti galattici che appena si sganciano dal sistema solare si dirigono come proiettili verso una piccolissima fascia d'interazione situata in prossimità del centro galattico. Se il CERN si facesse sfuggire le particelle atomiche lanciate dall'acceleratore potremmo assistere all'esplosione della Terra. Il clamore che non ha potuto fare la macchina costruita nel 2008/2009 è stato fatto nel 2013 con l'allarme per bomba atomica in costruzione al CERN e la relativa denuncia. In qualche modo bisognava inquietare il CERN e l'allarme per bomba atomica era massimamente inquietante perché uno sconosciuto ricercatore si è fatto conoscere in tutto il mondo distribuendo auguri alle cavie dei test atomici (in particolare a giornalisti, università, centri di ricerca, politici, governatori, corpi di Polizia e preti). L'incontestabile allarme per bomba atomica era una saporita vendetta per la contenuta delusione ottenuta costruendo la macchina mostrata dal filmato. 

 

La domanda di brevetto per il misuratore d'energia formata a bordo di sistemi satellitari era stata prudente perché avrebbe dovuto tutelare solo le belle sorprese, ma per qualche strano motivo, la patente di brevetto non è stata rilasciata. 

..
Documento brevetto Documento brevetto
La copia del documento indica con una crocetta (al primo punto) il motivo della non brevettabilità. Secondo l'Ingegnere, l'invenzione non è brevettabile perché manca l'idea di soluzione ad un problema tecnico. Il misuratore d'energia creata a bordo di sistemi satellitari è uno strumento di ricerca che qualcuno costruisce per crearsi un vantaggio tramite un nuovo strumento di misura. Al Ministero dello sviluppo economico, non interessa sapere quale vantaggio può essere ricavato da un nuovo strumento di misura, ma un vantaggio è garantito perché le misurazioni permettono di ottimizzare al massimo il rendimento degli alternatori fissati a bordo di mezzi mobili. La patente di brevetto non è stata rilasciata perché negli uffici ministeriali avvertivano "le sensazioni" del moto perpetuo e le sensazioni non erano sbagliate. Al terzo punto del documento manca una crocetta, ma la sensazione del moto perpetuo si manifesta con le parole stampate. La differenza di gravità produce energia ben al di sopra del moto perpetuo perché dopo aver compiuto un giro attorno al Sole, la Terra ha un anno di tempo per sfruttare la differenza di gravità solare incontrata nell'orbita. 
Documento brevetto
..

Gli ingegneri ministeriali sono stati fortunati perché gli alternatori perdevano troppo rendimento girando a bordo della giostra, altrimenti i visionari del moto perpetuo avrebbero ricevuto la risposta che meritavano e il CERN avrebbe sudato sette camicie per sbarazzarsi di un suo minuscolo concorrente.


A livello sociale la ricerca fondamentale è una battaglia persa in partenza perché tutte le iniziative sono destinate a soccombere sotto il potere scientifico e mediatico dell'unico centro di ricerca finanziato e riconosciuto dagli Stati (il CERN di Ginevra). Le grandi conquiste nel campo dell'energia atomica e degli armamenti atomici possono derivare solo dalla ricerca fondamentale e gli Stati non usano il CERN come centro di sviluppo, ma come centro di controllo di un immenso potere strategico ed economico.

A livello scientifico la situazione è completamente diversa perché l'atomo è composto al 99% dal vuoto atomico e il restante 1% è spazio è occupato dalle minuscole particelle studiate al CERN. La competizione col CERN, non è mai impari dal profilo scientifico perché chi studia il vuoto atomico con un piccolo calcolatore può comprendere l'atomo molto più facilmente di coloro che lo studiano con costosissimi strumenti di ricerca necessari ad analizzare minuscole particelle atomiche.

Il disco accelerato nell'automobile e la macchina che produce energia elettrica dalla differenza di gravità sono molto di più di un piccolo calcolatore perché lo studio del vuoto ha bisogno di misure necessarie a costruire calcoli. Un decennale studio scientifico e matematico del vuoto ha portato a conclusioni molto semplici:


Gli astri devono usare il moto satellitare per conservare l'invisibile energia fondamentale che li ha lanciati nello spazio e la materia orbitante deve trasformare in energia propria l'invisibile differenza di gravità incontrata nell'orbita.


Da questi principi fondamentali del mondo invisibile, si ricava tutto quel che serve per studiare la materia in assenza di peso (pianeti e particelle atomiche) e la materia pesante che preme sulla superficie terrestre.

..
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
.. .. ..
..

Energia fondamentale di Coluccia Michele

..
.. .. ..