..
Ricerca
..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
00IN-Energia
..

 

L'energia atomica fa esistere tutte le sostanze atomiche, quindi anche il nostro organismo. Fintanto che l'origine dell'energia atomica resterà sconosciuta, la Natura non potrà essere né compresa, né sfruttata in modo intelligente.

L'energia atomica nasce dal moto tendenzialmente infinito delle particelle atomiche che ruotano ad altissima velocità attorno al centro dell'atomo. L'atomo è il motore energetico della materia, ma la fabbrica di materia è il cosmo altrimenti non s'innescherebbero le esplosioni che formano sistemi planetari e galassie. Le galassie sono equilibri energetici controllati da un'immensa forza gravitazionale che agisce su distanze incredibilmente ampie. Prima di studiare l'atomo e il cosmo bisogna capire la gravità terrestre perché essa interagisce allo stesso modo con tutta la materia dell'universo. 

 

L'unico vero ostacolo da superare per studiare la gravità riguarda l'incostanza della forza gravitazionale perché il resto poteva essere esplorato anche nel 1700. Lontano dalla Terra c'è meno gravità di quella che sperimentiamo al suolo e su piccole distanze, non si possono costruire ragionamenti e calcoli ammettendo che la gravità sia costante in ogni punto altrimenti inventeremmo un universo che non esiste.

Il prossimo filmato mostra l'unico fondamentale problema scientifico e matematico che bisogna affrontare per essere sicuri di poter studiare le interazioni tra gravità e materia, in qualsiasi punto dell'universo. 

..
..

La parte del bassa del disco è leggermente più pesante perché in basso la gravità terrestre e maggiore. Il disco tende a girare verso l'alto durante l'accelerazione perché a parità di velocità d'avanzamento, la parte bassa del disco ottiene più energia meccanica perché è più pesante. Durante l'accelerazione, l'energia in eccesso ottenuta dalla parte bassa del disco si libera mettendo in rotazione il disco verso l'alto. Durante la frenata dell'automobile, il disco gira verso il basso perché a parità di velocità occorre più energia per arrestare il moto dei corpi più pesanti. La frenata dell'automobile agisce maggiormente sulla parte bassa del disco perché essendo più pesante subisce una maggiore quantità di energia frenante perciò il disco indietreggia girando verso il basso.

..

La minima differenza di gravità terrestre rilevabile sul diametro del piccolo disco si è dimostrata fonte di moto e di energia. Nella cosmologia la differenza di gravità è di prioritaria importanza perché i pianeti interagiscono con la notevole differenza di gravità incontrata nell'orbita. La debole rotazione del piccolo disco del filmato non deve ingannare perché a causa dell'effetto leva, in prossimità del centro del disco si sviluppa una forza capace di spaccare un nucleo atomico. Tutto la materia dell'universo interagisce con un campo di gravità incostante in ogni punto e trascurando questo elementare principio bisognerebbe analizzare un universo che non esiste, ovvero, quello creato dalla scuola di pensiero della Fisica.


Le interazioni tra gravità e materia sono fenomenologie assolutamente sconosciute perché la Fisica conosciuta ha fatto sparire l'universo creando numeri di chilogrammi di massa concentrati al centro di qualsiasi corpo. I numeri di materia concentrati in un punto, non possono interagire con la differenza di gravità ma interagiscono con numeri insensati inventati dalla scuola di pensiero della Fisica. La massa espressa in chilogrammi è niente (un punto immaginario) ed incredibilmente questi numeri immaginari sono diventati una grandezza fisica ed un'unità di misura assolutamente inesistente e falsa, cioè, non controllabile sperimentalmente. La massa è il risultato del calcolo "F/g" dove "F" è la forza del peso misurata con un corpo in condizione di quiete e "g" è l'aumento di velocità che si verificherebbe ogni secondo di caduta libera se il corpo pesato potesse cadere liberamente. Due esperimenti fisici diversi (pesatura e moto di caduta libera) hanno costruito la grandezza numerica della massa che potrebbe descrivere l'aumento di energia meccanica che si verifica ogni secondo di caduta libera, nel luogo in cui è stato pesato un corpo. La quantità immaginaria chiamata "massa concentrata in un punto" riesce a costruire qualche calcolo utilitaristico perché collegandosi all'energia meccanica che procura l'aumento di velocità dei corpi in caduta libera deve uscire qualcosa di utile per coloro che si occupano di numerologia insensata (Fisici, Ingegneri, Matematici). La scuola di pensiero della Fisica ha inventato un universo che non esiste e la gravità è diventata la forza più debole e sconosciuta della Natura. Oggi bisogna ancora chiarire che la forza del peso è lo sforzo che bisogna fare per impedire che un singolo corpo materiale cada verso il centro della Terra. La forza di gravità terrestre è ciò che procura il peso di tutta la materia terrestre, non è la forza lineare che fa cadere un singolo oggetto. La forza lineare che fa cadere un singolo oggetto è stata chiamata "Forza d'attrazione terrestre" e per questo motivo la forza di gravità è diventata una forza debolissima ed insignificante. La gravità terrestre è una forza infinitamente più forte dell'inesistente forza d'attrazione terrestre.

..
Mano500
..

L'immagine a lato mostra il peso della Terra che agisce contro un'ipotetica biglia d'acciaio posta al centro del pianeta. La biglia d'acciaio impedisce che la materia terrestre cada liberamente verso il centro della Terra perciò sopporta tutto il peso della Terra. All'interno della biglia d'acciaio si conserva una forza di compressione identica alla forza di compressione distribuita all'interno del pianeta che comprime la biglia. L'immagine mostra un equilibrio di forze costituito da due forze uguali distribuite su diversi quantitativi di materia.

L'animazione elimina la biglia d'acciaio e mostra il peso della Terra che si conserva. Il peso della Terra è il prodotto tra la pressione media che comprime ogni metro cubo di materia terrestre ed il volume della Terra.

Il campo di gravità terrestre è un potenziale energetico si quantifica al centro della Terra tramite la pressione di tutta la materia terrestre.

La gravità terrestre non è mai stata studiata perché sulla superficie terrestre è stata inventatata la forza attrattiva generata dalla massa terrestre concentrata in un punto.

..
..

La massa della Terra concentrata in un punto ha creato la forza più debole che possa esistere ed essa è uguale e contraria a quella di qualsiasi corpo appoggiato sulla superficie terrestre. Una formica e il pianeta Terra si attirano con l'identica forza secondo la legge d'attrazione universale. La piccola massa della formica sviluppa una forza d'attrazione che interagisce con la grande massa della Terra. La grande forza attrattiva della Terra interagisce con la minuscola massa della formica e calcolatrice alla mano, si controlla che la massa della formica concentrata nel suo centro sviluppa la stessa forza attrattiva della massa terrestre concentrata nel suo centro. Le uniche interazioni gravitazionali che potrebbero essere studiate con masse concentrate in punti sono quelle che consegnano la stessa forza attrattiva a tutte le coppie di corpi dell'universo, indipendentemente dalla distanza e dalla massa di due corpi.

L'universo non può esplorato con le storielle numeriche inventate da filosofi e pseudo scienziati che si attirano con la stessa forza.


La vera gravità da conoscere è quella forza che conserva la pressione del peso all'interno di un intero pianeta. Le interazioni tra gravità e materia si spiegano più facilmente col moto orbitale dei pianeti.

..
Mano500
..

L'immagine a lato mostra la Terra che orbita all'interno di una fascia d'interazione (FAI) carica di gravità solare. La gravità solare è diversa in ogni punto che separa la Terra dal Sole. L'accelerazione di gravità "g" è il risultato di un calcolo che descrive l'aumento di velocità che si verifica ogni secondo di caduta libera. La forza necessaria ad impedire il moto di caduta libera è chiamata "Forza peso", ovvero il numero indicato da una bilancia che pesa un corpo. Lungo l'orbita terrestre, la Terra incontra un'accelerazione di gravità solare (gS) molto piccola ed un corpo in caduta libera avanzerebbe di pochi millimetri in un minuto se cadesse liberamente in direzione del Sole.


L'animazione mostra l'operazione di pesatura della Terra soggetta all'accelerazione di gravità "gS" situata al centro della fascia d'interazione. La Terra è un satellite del Sole e per essere pesata in un punto dell'orbita deve essere idealmente fermata, frantumata e cosparsa sulla superficie di una sfera di raggio pari al raggio orbitale.

..
..

Ad un cosmonauta basterebbe la forza generata dal suo soffio per impedire che un frammento della "Terra frantumata" cada verso il Sole con l'accelerazione di gravità "gS" indicata dalla precedente Figura. Per impedire che tutta la "Terra frantumata" cada verso il Sole con l'accelerazione di gravità "gS" servirebbero milioni di miliardi di cosmonauti che complessivamente sprigionano una forza pari al peso del pianeta soggetto all'accelerazione di gravità solare. Il peso della Terra si calcola matematizzando la forza necessaria ad impedire il moto di caduta libera di un metro cubo di materia terrestre frantumata e cosparsa con simmetria sferica sul punto medio dell'orbita ellittica. Le orbite tracciate dagli astri sono ellittiche ma in qualsiasi punto può essere ricostruita una fascia d'interazione perfettamente circolare da utilizzare per scomporre in parti uguali la forza del peso, ovvero, la forza generata dall'azione della gravità.

La differenza di gravità solare incontrata dalla Terra crea una differenza di peso che deve essere matematizzata pesando la Terra sui punti estremi della fascia d'interazione.

..
..

La Figura mostra la Terra frantumata e cosparsa su due sfere costruite sui due punti estremi della fascia d'interazione interazione terrestre (FAI). La differenza di peso rilevata dalle due operazioni di pesatura della Terra è energia meccanica gravitazionale che si trasforma nell'energia rotazionale "Erot" che fa girare la Terra. Nel computo energetico della Terra, la rotazione propria è energia in eccesso attinta dalla differenza di gravità solare perciò il Sole perde un po' di gravità a vantaggio della Terra che gira attorno al proprio asse. Il disco del precedente filmato è una nuova risorsa energetica più che pulita perché alla Terra non succede niente perdendo una piccola parte del suo potenziale gravitazionale. Ovviamene bisogna spendere energia per creare rotazione dalla differenza di peso ma poi nasce il fenomeno conosciuto col nome di "Conservazione di momento angolare", cioè, una spinta costante fornita dalla differenza di peso. Nel disco del filmato la spinta costante offerta dalla differenza di peso inizia quando il disco smette di ruotare verso alto a motivo dell'automobile che accelera. I pianeti conservazione rotazione propria proporzionale alla differenza di peso. 

..
..

Il disco del precedente filmato crea energia gratuita attinta dal campo di gravità terrestre. L'automobile sposta il peso medio di tutto il disco, cioè, una quantità caratterizzata da una densità di peso per centimetro cubo. Nella parte inferiore del disco, c'è una densità di peso per centimetro cubo sicuramente superiore a quella che interagisce col moto dell'automobile, ovvero, la densità di peso media di tutto il disco. Il disco del filmato mostra una piccola quantità di energia rotazionale attinta dal campo di gravità terrestre con dispendio energetico nullo beninteso che l'automobile deve spendere energia per spostare un disco di peso medio virtualmente uguale in ogni punto (in basso e in alto). Nell'ultima pagina della presente Rubrica, un filmato mostra la costruzione e il collaudo di una macchina che ha trasformato in energia elettrica l'energia attinta dalla differenza di peso incontrata da quattro corpi che ruotano attorno ad un perno con la velocità di 2000 giri al minuto.


L'energia ricavata dalla differenza di peso è una risorsa energetica da sfruttare a dovere quando si conosce il reale potenziale energetico fornito dalla gravità perché i corpi in movimento possono mostrare soltanto la differenza del potenziale gravitazionale, ovvero, le briciole del reale potenziale gravitazionale.

..
Mano500
..

La Figura di base mostra un ipotetico Sole espanso fino ad inglobare la Terra situata sull'orbita attuale. Sulla superficie dell'ipotetico Sole espanso c'è l'identica accelerazione di gravità che oggi interagisce col moto della Terra. L'ipotetico Sole espanso è come se fosse un liquido e la Terra in formazione assume una forma sferica come se fosse una bolla d'aria compressa dalla pressione di un liquido pesante, ovvero, un liquido soggetto all'azione della gravità. 

L'animazione mostra il Sole espanso ritiratosi fino al raggio minimo della reale fascia d'interazione che regola il moto orbitale della Terra. Nella fascia d'interazione che regola l'attuale moto della Terra esiste l'identica condizione gravitazionale che esisterebbe se la Terra orbitasse radendo la superficie di un Sole gigantesco. La Terra sta conservando le condizioni di pressione gravitazionale che potevano esistere quando la Terra era inglobata nel Sole gigantesco raffigurato dalla Figura di base.  

..
..

Nell'attuale fascia d'interazione terrestre si conserva la costante di gravità solare che la precedente Figura ha indicato con "KS" ed essa conserva la sfericità della Terra. La Terra conserva la costante di gravità "KT" di valore 333'000 volte inferiore a quella del Sole perché il Sole è 333'000 volte più pesante della Terra. La Luna è compressa dalla costante di gravità terrestre (KT). Le costanti di gravità conservano la pressione statica esercitata dalla materia pesante che preme contro un centro di gravità paragonabile ad un muro non deformabile. I "buchi neri" sono vortici nati da materia troppo pesante che non ha potuto suddividere equamente la pressione assumendo una simmetria sferica.


Le orbite tracciate dagli astri sono ellittiche perciò mentre la Terra si avvicina al Sole, la materia terrestre dovrebbe aumentare il suo peso e la sua differenza di peso a causa dell'aumento di gravità solare. La variazione di peso della materia terrestre, non si verifica nella misura in cui resta costante la velocità con la quale la Terra ruota attorno al proprio asse. L'aumento di gravità solare, non modifica né il peso della Terra (quindi la costante di gravità KT), né la velocità di rotazione propria (a causa dell'aumento di differenza di peso) perché avvicinandosi al Sole, la Terra aumenta la velocità orbitale e trasforma in forza centrifuga l'aumento di pressione gravitazionale del Sole quantificabile con la costante "KS". Appena la forza centrifuga di un pianeta è troppo elevata, inizia la fase di allontanamento dal Sole che per la Terra dura 6 mesi. La variazione di forza centrifuga compensa la variazione della pressione gravitazionale che appesantirebbe la Terra mentre si avvicina al Sole. La rotazione propria della Terra compensa la differenza di peso presente in ogni punto dell'orbita. La rotazione propria della Terra è come un volano che conserva una grossa quantità di energia meccanica rotazionale che non può essere consumata perché essa si rinnova continuamente con la differenza di peso della materia terrestre. In definitiva, l'unica orbita percorribile dalla Terra è quella in cui la differenza di gravità incontrata nell'orbita permette di conservare la velocità di rotazione costante del pianeta perché essa permette di distribuire in modo uniforme la pressione interna esercitata dalla peso della materia terrestre. Il moto orbitale della Terra è soggetto alla conservazione dell'energia rotazionale conservata dalla rotazione terrestre perché frenando la rotazione terrestre aumenta la velocità orbitale... come dire che frenando la rotazione del disco del filmato, aumenta l'accelerazione dell'automobile (questi fenomeni si sperimentano sedendosi su uno sgabello girevole e frenando il disco che gira a velocità sostenuta).La variazione di velocità orbitale e di forza centrifuga dei pianeti compensa la variazione di pressione gravitazionale incontrata nell'orbita ma l'unica orbita percorribile, dipende sempre dalla necessità di compensare con energia rotazionale costante la differenza di peso della materia planetaria.

 

Le costanti di gravità e le costanti energetiche necessarie a giustificare l'unica orbita percorribile dagli astri sferici devono essere costruite frantumando un corpo campione e cospargendolo sulla superficie della Terra idealmente sferica. Il peso unitario utilizzato per organizzare il mondo dei commerci (il chilogrammo forza) può costruire la costante di gravità terrestre riferita ad una parte unitaria del peso complessivo della Terra.

..
..

La parte alta della Figura mostra un corpo campione che ha un peso unitario adatto a costruire i numeri di forza unitaria. Il corpo campione potrebbe essere il prototipo della "Massa unitaria" depositato a Parigi. Il prototipo della massa è il risultato del calcolo "F/g" dove "F" è la forza indicata da una bilancia (il peso unitario) e "g" è l'accelerazione di gravità del corpo campione che anziché essere pesato in condizione di quiete, si trova in condizione di caduta libera. Il peso unitario del corpo campione è pari alla pressione che esso eserciterebbe su tutta la superficie terrestre se fosse polverizzato e cosparso sulla superficie della Terra idealmente sferica.

La costante di gravità unitaria (KU = 4,19 e-10 kgForza. m/s) è riferita alla pressione interna subita da un corpo campione frantumato e cosparso sulla superficie della Terra idealmente sferica.

..
..

In condizione di quiete, il peso è la pressione che si conserva all'interno di un corpo che preme su una base d'appoggio. Il nostro peso sensibile è una pressione interna che noi avvertiamo su tutta la materia che preme su una base d'appoggio. Allargando la base d'appoggio sulla quale preme il corpo umano diminuisce la pressione media subìta da tutta la materia corporea. L'organismo umano riposa quando dormiamo, cioè quando allarghiamo la base d'appoggio così da ricavare una notevole diminuzione della pressione media che comprime ogni decimetro cubo di materia corporea. Se il corpo umano fosse il peso campione di valore "1", il corpo umano frantumato e cosparso su tutta la superficie della Terra idealmente sferica creerebbe la piccolissima pressione per metro cubo di materia che deve essere usata per costruire il valore numerico della costante di gravità terrestre (KU). Il valore di "KU" si calcola costruendo una sfera con la materia del peso unitario. Dopo aver trasformato in un satellite terrestre il peso unitario, si calcola la pressione interna subìta dal peso unitario trasformato in sfera. Ad un metro di distanza dal centro del satellite sferico costruito col peso campione è presente l'accelerazione di gravità "g" pari al numero della costante di gravità "G". La natura della costante gravitazionale "G" è di natura sconosciuta ma è usata come il prezzemolo nella Fisica classica perché permette di costruire calcoli utilitaristici insensati e tanti strafalcioni tenuti rigorosamente nascosti per non creare sconforto in coloro che devono apprendere faticosamente la numerologia insensata costruita con le false unita di misura di massa (kg), forza (kg.m/s2) ed energia (kg.m2/s2).

..
torna in cima

..
..
Pagina 
1
2
3
..
..
.. .. ..
..

Energia fondamentale di Coluccia Michele

..
.. .. ..